Installazione

Modifiche Anaconda

This section covers changes in the Anaconda installer, including changes in the graphical and text mode interactive installers, Kickstart, and installer boot options.

Modifiche nel interfaccia grafica

  • When setting up a root account, you can now lock it in the graphical interface.

  • Time and date controls are used to set the System Clock on the current system. This is not allowed in live installations, so they are now hidden on live installs.

Changes in the Text Mode Interface

  • The TUI now always shows the quit message. (BZ#1686116)

Kickstart Changes

  • The installclass Kickstart command has been removed and replaced with the inst.product= and inst.variant= boot options.

  • The repo and url commands now support new options: --sslcert, --sslclientcert, and --sslclientkey, for accessing repositories. See upstream documentation for details.

Changes in Anaconda Boot Options

  • New boot options: inst.product= and inst.variant=. See upstream documentation for details.

  • New boot option inst.addrepo= is now available to configure additional repositories. The option is functionally similar to inst.repo=.

  • If you use the zfcp.allow_lun_scan option, the setting will now be preserved on the installed system. (BZ#1561662)

Altre modifiche di Anaconda

  • Anaconda now uses a configuration file to share its settings between all modules. The file is generated by Anaconda from the following sources:

    • La configurazione predefinita è memorizzata qui /etc/anaconda/anaconda.conf

    • Drop directory: /etc/anaconda/conf.d/*.conf

    • Configurazione prodotto: /etc/anaconda/product.d/*.conf

    • Boot e opzioni linea di comando

  • Le classi d’installazione sono state rimosse e sostituite con i file di configurazione in /etc/anaconda/product.d.

  • Il supporto per il modulo di archiviazione è notevolmente migliorato. Il modulo è in grado di scansionare l’archiviazione del sistema e fornire informazioni sui dispositivi disponibili. È anche in grado d’impostare, convalidare e applicare un partizionamento tramite DBus, tuttavia, Anaconda utilizza ancora il suo oggetto d’archiviazione locale per farlo. Il codice relativo all’archiviazione è stato semplificato.

  • Live-installation-specific files and dependencies are now provided by the package anaconda-live.

  • La dimensione massima della partizione root in Fedora Workstation è stata aumentata fino a 70 GiB.

  • Fixed the Anaconda-generated /etc/fstab where swap space was mistakenly specified as swap instead of none. (BZ#1258322)

  • Non-ASCII characters are now allowed in passphrases again. Anaconda will show a warning when using one. (BZ#1619813)

  • Cryptsetup utilizza ora LUKS2 di default. Vedi Sezione sicurezza per dettagli. (BZ#1668013)

  • Il programma d’installazione mostrerà ora un avviso quando rileva un volume esistente che deve essere riformattato, ad esempio un /var separato. (BZ#1575131)

  • Anaconda recreates the initrds by calling new-kernel-pkg or dracut. However, dracut doesn’t invoke zipl on s390x, so we have to do it to fix the bootloader. (BZ#1652727)

  • Il controllo dell’archiviazione segnala ora un errore se l’utente tenta di utilizzare dischi LDL DASD per l’installazione su s390x. (BZ#1635825)

  • La funzionalità relativa alla configurazione di rete è stata spostata quasi completamente nel modulo Rete. Il modulo fornisce ora informazione sui dispositivi di rete supportati dal programma d’installazione, inoltre segnala le modifiche alla configurazione dei dispositivi di rete che possono essere gestite dall’interfaccia utente. Le attività relative all’inizializzazione della configurazione di rete nel programma d’installazione e alla configurazione finale del sistema di destinazione vengono eseguite ora dal modulo.

Migliore installazione dei pacchetti di localizzazione

In the past, installation of localization packages (l10n) to provide fonts and translations for a language was done using comps groups. This has been replaced by "rich dependencies" in individual langpack packages. For example, installing langpacks-ja pulls in some CJK fonts and two input method plugins, but only if the packages for those input methods are installed. The new mechanism is more flexible and easier to maintain.